MARIO FERRI: il calciatore, l’invasore, il Falco!

La nostra rotta del “calcio fuori schema” mai come in questa storia trova pane per i suoi racconti! Mario Ferri detto il Falco, infatti, fuori dagli schemi ci è andato eccome… Recordman di invasioni di campo in Italia e all’estero, dai mondiali in Sudafrica, passando per Gedda, Messi e Cristiano Ronaldo. Ma lui è anche un calciatore alquanto avventuriero, uno proprio di quelli di cui ci piace parlare nelle storie firmate Socceroad.

Quando si parla di invasione di campo, l’immagine che abbiamo è di quel ragazzo con la maglia da Superman che voleva Cassano in Nazionale, che è entrato in campo per mettere la sciarpa del Milan a Messi, durante una finale di Champions League e che ha pure terrorizzato in campo Higuain, al suo ritorno a Napoli.

Oggi con lui parliamo anche di Africa, più precisamente delle Seychelles dove Mario Ferri gioca da due anni e dove sta per tornare proprio tra pochi giorni…

“Il campionato inizia a Marzo e finisce a Novembre, poi nel periodo invernale gioco in Italia con squadre dilettantistiche vicino Pescara, dove abito”- ci racconta.

LA PILLOLA

…“Quando giocavo a calcio nel settore giovanile, nel mio ruolo da attaccante ero un rapace dell’area di rigore, appostato e presente su ogni palla che transitava… Da lì il soprannome il falco!”…

Già! E’ allo stadio Adriatico di Pescara che Mario fece le sue prime due invasioni di campo! Con il gesto dell’ombrello ai tifosi della Sambenedettese e dell’appello rivolto a Lippi, allora CT dell’Italia, di convocare Cassano in Nazionale durante Italia-Olanda.

“Iniziò tutto per scherzo, ci fu una vera e propria esplosione mediatica, perché stavo lanciando un messaggio che riprendeva il sentimento di quasi tutti gli appassionati di calcio. Tutti in quel periodo volevano Cassano in Nazionale”.

Cosa ti spinge a farle?

“L’adrenalina che si ha in quei momenti è incredibile: evitare i controlli e iniziare a correre!!! Ma per me è importante anche il messaggio che voglio far passare ogni volta… Come quando ho voluto esprimere solidarietà per Sakineh, la donna iraniana che poi è stata lapidata a morte, oppure ricordare Ciro Esposito. Poi nella storia è anche la prima invasione di campo in diretta social in occasione della Supercoppa Italiana Milan-Juve.

Ho scritto anche un libro dove racconto tutte le mie invasioni, dove racconto tutti i segreti e come sono riuscito a farle, ne vado orgoglioso perché mi hanno fatto diventare un personaggio”.

Mario Ferri però ha una storia da calciatore, che lo ha portato anche in Africa, a giocare alle isole Seychelles

Le Seychelles sono uno Stato insulare costituito da un arcipelago di 115 isole, posizionate nell’Oceano Indiano a circa 1500 km a est delle coste dell’Africa Orientale.
Con soli 92 000 abitanti, si tratta dello Stato indipendente africano dalla popolazione più esigua.

“Le ultime due stagioni ho giocato nel Còte D’or FC, città di Praslin, ora vivo e gioco nell’isola di Mahè, la più grande e dove vive il 90% dell’intera popolazione e abiterò nella capitale Victoria (25mila abitanti). Non vedo l’ora di scendere in campo allo Stade Linitè (campo sintetico di 10 mila posti) per le gare casalinghe del Victoria City”.

Come è il livello del campionato Seychelles League?

“Possiamo paragonarlo, dal punto di vista tecnico, ad una nostra Eccellenza regionale ma tatticamente invece il livello è più basso: non esiste la fase difensiva, non ci si lavora proprio… Ma anche grazie a me le cose stanno un po’ cambiando!”.

Spiegami meglio…

“Grazie alla mia mediazione e presenza sul territorio, sono riuscito a fare un’affiliazione tecnica con il Pescara Calcio e quindi questo insieme alla collaborazione importante di Steve Herbots (ex calciatore Belga e attuale allenatore del Victoria City) ci ha portato a costruire una Scuola Calcio Internazionale, frequentata da bambini del posto e anche i figli dei numerosi emigrati… Pensa che siamo già arrivati a 80 allievi”.

Come è la giornata tipo del Falco alle Seychelles?

“La mattina la passo nelle scuole ad allenare i bambini, mentre il pomeriggio ci sono gli allenamenti della squadra: un calciatore di Serie A qui non riesce a sostentarsi solo con lo stipendio da giocatore, tutti hanno un doppio lavoro un po’ come per i calciatori di Malta, Lussemburgo ect…”.

Lingua e cibo?

“Si parla un mix tra francese e lingua locale, ma io parlo Inglese e riusciamo a capirci… Per quanto riguarda il cibo mi faccio abbuffate di pollo al curry, lo fanno buonissimo e diciamo che c’è una forte influenza della cucina indiana nei loro piatti”.

Un’ultima curiosità che riguarda il tuo nome d’arte “Il Falco”! Da dove viene? Dalle Invasioni?

“No! Ha origini più antiche 🙂 Quando giocavo a calcio nel settore giovanile, nel mio ruolo da attaccante ero un rapace dell’area di rigore, appostato e presente su ogni palla che transitava… Da lì il soprannome il falco!”.

Persone fondamentali nel tuo percorso?

“La mia famiglia per i valori che mi ha trasmesso, specie i miei genitori e mio nonno, ma voglio salutare anche Antonio Cassano e soprattutto Fabrizio Corona; siamo amici da ben dieci anni, collaboro con lui e, nonostante i tanti sbagli che ha fatto nel suo percorso come personaggio, lo ringrazio per le cose che mi ha trasmesso come persona, tra cui la voglia di emergere e quella cosa che a Napoli chiamano cazzimma. Non merita l’accanimento che subisce nè tantomeno il carcere!”.

Quali sono i sogni nel cassetto e i progetti per il futuro?

“Continuare a fare le invasioni di campo! Questo sicuro, ma solo quando servirà un portavoce per un messaggio importante e pacifico… E’ una cosa molto importante per me. Poi vorrei fare qualcosa nel calcio giocato tra qualche anno, quando smetterò, ho il sogno con un amico di provare a riportare il Castel Di Sangro ai fasti di un tempo ricoprendo un ruolo manageriale”.

Mario Ferri è uno che vive la vita sul filo del rasoio, che sfida le regole, che sfida se stesso, ma è anche un avventuriero che cavalca progetti importanti per lui e per i bambini… In attesa di rivederlo in campo, magari mentre scappa dalle grinfie di bodyguard, evitando i placcaggi degli steward come se fosse un giocatore di football americano, gli facciamo un grosso in bocca al lupo per la sua nuova strada del calcio che fa rotta alle bellissime Seychelles!

Per curiosare un po’, vi consiglio di visitare il sito e i profili social del falco, che sono ricchissimi di immagini e gesta delle sue imprese:

www.marioferrifalco.it – Facebook @marioferriilfalcoinvasore – Instagram @marioferrifalco

LE COORDINATE DI MARIO FERRI “IL FALCO”: 

Mario Ferri, nato a Pescara il 13 Aprile 1987.

PALMARES:

– 1 COPPA DI GIORDANIA
– 10 PRESENZE IN NAZIONALE DI BEACH SOCCER
– 120 GOAL IN CARRIERA

CARRIERA DA CALCIATORE
2000/2005 GIULIANOVA Settore Giovanile
2005/2006 CONCORDIA BASILEA SERIE B – SVIZZERA
2006/2008 VENAFRO SERIE D / ECCELLENZA
2008/2009 CIORLANO ECCELLENZA
2009/2010 PINETO ECCELLENZA
2010/2011 PASSO CORDONE PROMOZIONE
2011/2014 VARLENCIA MONTESILVANO 1° CATEGORIA
Aprile2012 KUALA LAMPUR SERIE A – MALESYA
2014/2015 CASTEL DI SANGRO 1° CATEGORIA
2015/2016 MONTERODUNI 1° CATEGORIA
Aprile 2016 AL FESALY SERIE A – GIORDANIA
2016/2017 VENAFRO ECCELLENZA
Aprile 2017 COTE D’OR SERIE A –
2017/2018 CAPRIATESE 1° CATEGORIA
Aprile 2018 COTE D’OR SERIE A –
2018/2019 TIRINO 1° CATEGORIA
Aprile 2019 VICTORIA CITY SERIE A –
CARRIERA DA INVASORE DI CAMPO
2007 PESCARA – SAMB SERIE C1 Sfottò tifosi ospti
2009 ITALIA – OLANDA Amichevole Cassano in Nazionale
Marz 2010 SAMPDORIA – NAPOLI SERIE A Cassano in Nazionale
Luglio 2010 SPAGNA – GERMANIA Semi finale Mondiale Cassano in Nazionale
Sett 2010 ITALIA – ISOLE FAR OER Qualificazione Mondiale Abbraccio con Cassano
Otto2010 REAL MADRID – MILAN Champions League Solidarietà per Sokpe
Nov 2010 MILAN – REAL MADRID Champions League Abbraccio con Inzaghi
Dic 2010 INTER – TP MAZEMBE Mondiale per Club
Mar 2011 VOLATA CICLISMO Giro D’Italia
Mag 2011 BARCELLONA – MAN UTD Finale Champions L. Sciarpa del Milan a Messi
Luglio 2014 USA – BELGIO Mondiali Brasile Save Favelas – Ciro Vive
Aprile 2017 NAPOLI – JUVENTUS Serie A Ciro Vive – Sciarpa ad Higuain
Gen 2019 MILAN – JUVENTUS Supercoppa Italiana No al Razzismo

Mario Ferri , il Falco

Mario Ferri, ormai conosciuto come il Falco, racconta i retroscena di tutte le invasioni di campo con la maglietta di Superman: dalla battaglia per “Cassano in Nazionale” alla denuncia sociale “Ciro Vive”. La vita di Mario Ferri, però, viene sviscerata non solo nelle sue sfaccettature più estreme, che lo hanno portato a vivere un’esistenza sopra le righe, attraverso la dura esperienza della prigione, i viaggi e la conoscenza di personaggi sui generis. Il testo, infatti, racconta la vita di un ragazzo semplice, cresciuto in un paesino, e legato inesorabilmente alla figura del suo dolce nonno Mario.

Prefazioni di Lele Mora e Antonio Cassano.

Disponibile su Amazon.it   https://amzn.to/2TtFh7A

One thought on “MARIO FERRI: il calciatore, l’invasore, il Falco!

  1. I don’t even know how I ended up here, but I thought
    this post was great. I don’t know who you are but certainly you are
    going to a famous blogger if you aren’t already 😉 Cheers!

Rispondi a 77pkr Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *